Casi Covid. Comunicare al comune le positività

Comunicazioni positività

Data di pubblicazione:
17 Gennaio 2022
Casi Covid. Comunicare al comune le positività

A CAUSA DEL CONTINUO MALFUNZIONAMENTO DEL SISTEMA DI TRACCIAMENTO REGIONALE DEI CASI COVID E DELLE QUARANTENE, MALFUNZIONAMENTO CHE NON PERMETTE AL COMUNE DI ATZARA DI VERIFICARE CON PUNTUALITA' EVENTUALI CASI DI POSITIVITA', CI TROVIAMO NELLA IMPOSSIBILITA' DI OPERARE PUNTUALMENTE PER QUANTO DI COMPETENZA.

PER MEGLIO TUTELARE LA SALUTE PUBBLICA SI CHIEDE AI CITTADINI CHE DOVESSERO RISULTARE POSITIVI AL COVID-19 DI COMUNICARE CON IMMEDIATEZZA LA PROPRIA POSITIVITA' RIVOLGENDOSI DIRETTAMENTE AL SINDACO O AI SERVIZI SOCIALI COMUNALI.

Il fatto che il sistema di tracciamento delle positività e delle quarantene - dice il Sindaco Alessandro Corona - sia ormai in tilt e non sia più utile alle amministrazioni per avere un quadro reale della situazione e per intervenire con immediatezza è un fatto di una gravità scoraggiante. L'unico modo che abbiamo per garantire un pronto intervento in caso di positività è che i cittadini comunichino la propria positività al Comune.

Si rammentano a tutti alcune semplici regole comportamentali da tenere:

  1. in caso di comparsa di sintomi sospetti, similinfluenzali, evitare la corsa al test rapido, ma adottare immediatamente comportamenti individuali di distanziamento mascherine FFp2, autoisolamento fiduciario, evitando di avere contatti, soprattutto con persone fragili e di partecipare ad eventi o attività lavorative  già prima della conferma diagnostica;
  2. informare il proprio medico curante che, qualora i sintomi fossero di un certo rilievo, attiverà le USCA per l’assistenza domiciliare; 
  3. qualora il sospetto fosse confermato, anche solo con un test antigenico presso farmacia e/o laboratorio privato, comportarsi immediatamente come CASO COVID, SENZA ASPETTARE LA CONFERMA con tampone molecolare che non potrebbe, in questo periodo, essere garantito in tempi rapidi, con isolamento domiciliare;
  4. i contatti della persona positiva, anche solo con test antigenico, debitamente avvisati  devono adottare le misure di quarantena fiduciaria previste, anche prima che la stessa sia disposta ufficialmente dalla ATS, EVITANDO di ricorrere immediatamente al test antigenico, soprattutto se asintomatici, prima di 5/6 giorni dalla data dell’ultimo contatto con il positivo, comunicando immediatamente al proprio medico solo qualora dovessero comparire sintomi riconducibili alla infezione.

A chi rivolgersi

Ultimo aggiornamento

Venerdi 01 Aprile 2022