Vai a sottomenu e altri contenuti

Ordinanza Sindacale n. 14. Novità per le visite cimiteriali e il mercato rionale.

Data pubblicazione on line: 22/05/2020 Data scadenza: 31/07/2020

Con l'Ordinanza Sindacale n. 14 del 21 maggio 2020, sono state introdotte alcune novità per quanto riguarda l'accesso al Cimitero comunale e le attività che possono svolgere il proprio commercio presso il mercato rionale. Per quanto riguarda le Aree pubbliche, viene modificato l'orario di ingresso (dalle 9 alle 21) ma permangono le consuete prescrizioni.

Abbiamo appurato - dice il Sindaco Alessandro Corona - che anche con una regolamentazione oraria limitata, l'afflusso al Cimitero comunale ha avuto un andamento stabile, non si sono verificati assembramenti e le persone sono state estremamente rispettose delle prescrizioni. Per questo abbiamo deciso di consentire una fruizione del Cimitero libera da particolari vincoli d'orario. Restano comunque valide le prescrizioni di contenimento dell'epidemia COVID-19, in particolare il rispetto della distanza di sicurezza di almento un metro, l'uso delle mascherine quando necessario e il divieto di assembramento. Anche per il mercato rionale del lunedì ci sono novità. Saranno consentite le vendite anche di prodotti diversi da quelli alimentari. Agli esercizi commerciali è comunque richiesto il rispetto di tutte le prescrizioni nazionali e regionali. Alla Polizia Municipale è stato affidato il compito di verificare che all'interno dell'aria dedicata al mercato tutto si svolga in modo regolare. Ricordo che le infrazioni alle prescrizioni saranno punite con le opportune sanzioni. Non abbiamo potuto, invece, intervenire per un allentamento delle prescrizioni negli spazi pubblici, nelle aree sportive e nel parco giochi comunale. Per questi luoghi c'è bisogno di tempo per cercare di trovare un'organizzazione opportuna rispetto alle varie prescrizioni nazionali in materia. Resta comunque inteso che, qualora si verifichino mancanze di rispetto verso le prescrizioni date, ci potranno essere ulteriori limitazioni. E' molto importante, in questa fase, che le persone agiscano con rispetto e responsabilità, non dobbiamo abbassare la guardia.

NOVITA' PER IL CIMITERO

A partire dal 23 Maggio 2020 e sino a successivi provvedimenti, il Cimitero resterà aperto al pubblico tutti i giorni della settimana senza vincolo di orario. All'interno del cimitero:

- È fatto obbligo di accedere solo con idonei DPI (mascherina) e di mantenere la distanza di sicurezza di almeno 1 metro dalle altre persone al fine di evitare ogni tipo di contatto che possa costituire motivo di assembramento;
- È fatto obbligo di non sostare all'interno per più di 20 minuti;
- Non è consentito alla stessa persona di accedervi per più di una volta al giorno;
- Non è consentita la presenza contemporanea di fronte a una tomba di più di due persone per evitare che si formino assembramenti.
- Le persone non autosufficienti possono essere in compagnia di un accompagnatore, purché siano entrambi dotati dei presidi DPI idonei e mantengano il più possibile la distanza di sicurezza.

NOVITA' PER IL MERCATO RIONALE

Durante il Mercato settimanale del Lunedì è consentita la vendita al dettaglio dei prodotti di tutti i settori merceologici, eccetto la rivendita di abiti usati, a condizione che venga garantito il rispetto delle seguenti misure generali:

- Mantenimento in tutte le attività e le loro fasi del distanziamento interpersonale;
- Accessi regolamentati e scaglionati in funzione degli spazi disponibili, differenziando, ove possibile, i percorsi di entrata e di uscita.
- Ampia disponibilità e accessibilità a sistemi per la disinfezione delle mani. In particolare, detti sistemi devono essere disponibili accanto ai sistemi di pagamento.
- Uso dei guanti 'usa e getta' nelle attività di acquisto, particolarmente per l'acquisto di alimenti e bevande.
- Uso dei guanti e dei calzari usa e getta per l'acquisti di abiti e calzature;
- Utilizzo di mascherine sia da parte degli operatori che da parte dei clienti, ove non sia possibile assicurare il distanziamento interpersonale di almeno un metro.
- Pulizia e igienizzazione quotidiana delle attrezzature prima dell'avvio delle operazioni di mercato di vendita;
- Obbligatorio l'uso delle mascherine, mentre l'uso dei guanti può essere sostituito da una igienizzazione frequente delle mani;
- Informazione per garantire il distanziamento dei clienti in attesa: Posizionamento in prossimità dello spazio di vendita dei mercati di cartelli almeno in lingua italiana, per informare la clientela sui corretti comportamenti.
- Messa a disposizione della clientela di prodotti igienizzanti per le mani in ogni banco;
- Rispetto del distanziamento interpersonale di almeno un metro;
- Rispetto del distanziamento interpersonale di almeno un metro dagli altri operatori anche nelle operazioni di carico e scarico;

MISURE PER AREE VERDI E SPAZI PUBBLICI

A partire dal 23 Maggio 2020 e sino a successivi provvedimenti, l'acceso ad aree e parchi pubblici è consentito dalle 9.00 alle 21.00. All'interno non sono consentite attività ludiche, ricreative e forme di assembramenti. È vietato l'utilizzo dei giochi per i bambini e degli altri spazi dediti ai giochi per adulti. All'interno delle suddette aree è fatto obbligo di accedere solo con idonei DPI (mascherina) e di mantenere la distanza di sicurezza di almeno 1 metro dalle altre persone al fine di evitare ogni tipo di contatto. I minori che accedono ad aree e parchi pubblici devono essere sempre accompagnati da un congiunto maggiorenne o da altra persona abitualmente convivente o deputato alla sua cura. I bambini fino a 6 anni non hanno l'obbligo di indossare la mascherina.

ALTRI ELEMENTI UTILI

Per tutto ciò che non viene contemplato nel presente provvedimento valgono le disposizioni stabilite dal DPCM del 17 Maggio 2020, dall'Ordinanza della Regione Sardegna n. 23 del 17 maggio 2020, dal Decreto Legge 25 marzo 2020, n. 19, dal Decreto Legge n. 33 del 16 Maggio 2020 recante 'Ulteriori misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19' e dall'Allegato 17 - Linee guida per la riapertura delle attività economiche e produttive della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome del 16 maggio 2020 - 20/81/CR01/COV19 del 16 Maggio 2020.

Il mancato rispetto dei contenuti dei protocolli e delle linee guida, di cui al comma 14 del D.L. n. 33 del 16 Maggio 2020, che non assicuri adeguati livelli di protezione determina la sospensione dell'attività fino al ripristino delle condizioni di sicurezza.

Salvo che il fatto costituisca reato diverso da quello di cui all'articolo 650 del codice penale, le violazioni delle disposizioni della presente Ordinanza, emanata in attuazione del presente D.L. n. 33 del 16 Maggio 2020, sono punite con la sanzione amministrativa di cui all'articolo 4, comma 1, del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19.
Nei casi in cui la violazione sia commessa nell'esercizio di un'attività di impresa, si applica altresì la sanzione amministrativa accessoria della chiusura dell'esercizio o dell'attività da 5 a 30 giorni.

Alla Polizia municipale e alle Forze dell'ordine è demandato il compito di vigilare sulle citate prescrizioni e su quanto stabilito dai Provvedimenti Regionali e Nazionali.

A chi rivolgersi

A chi rivolgersi - Referente
Ufficio/Organo: Sindaco
Referente: Alessandro Corona
Indirizzo: Comune di Atzara, Via Vittorio Emanuele 37 - 08030 Atzara (NU)
Telefono: 078465205  
Fax: 078465380  
Email: sindaco@comune.atzara.nu.it
Email certificata: sindaco@pec.comune.atzara.nu.it
Scheda ufficio: Vai all'ufficio
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto