Comune di Atzara

Salta la barra di navigazione e vai ai contenuti

|Vai alla Cartina interattiva|

Autunno in Barbagia. Il 18-19 novembre ad Atzara con "Cortes Apertas, dal vino alla pittura".

Home > Community > Notizie > Autunno in Barbagia. Il 18-19 novembre ad Atzara con "Cortes Apertas, dal vino alla pittura".

Autunno in Barbagia. Il 18-19 novembre ad Atzara con

Autunno in Barbagia farà tappa ad Atzara, il 18-19 novembre 2017 con l'appuntamento "Cortes Apertas, dal vino alla pittura". La manifestazione, che fa ormai storicamente parte dell'importante circuito promozionale promosso dall'Aspen, propone ai turisti e ai visitatori il meglio dell'offerta artistica, artigianale e agroalimentare locale. La manifestazione è organizzata dal Comune di Atzara, che per l'annualità 2017, ha potuto contare sulla preziosa collaborazione della Associazione Turistica Pro Loco di Atzara, del Museo Ortiz, del Coro Polifonico di Atzara, del Gruppo Folk di Atzara e del Gruppo Volontarie della Parrocchia Sant'Antioco Martire di Atzara.

Tra i momenti più interessanti delle due giornate dedicate al piccolo borgo del Mandrolisai, che è uno dei Borghi più Belli d'Italia e una delle Città del vino d'Italia, ricordiamo l'esposizione, presso il Museo Ortiz delle opere di Antonio Amore, raccolte nella mostra "Antologica" e che sarà visitabile fino alla fine del mese di novembre. Si tratta di un'occasione unica per ammirare le straordinarie opere di questo grande artista. 

La manifestazione, ricca di eventi e di punti di interesse, nella giornata di sabato 18 novembre, avrà dei momenti di alto valore culturale legato alla tradizione vitivinicola locale. Presso l'Aula Marte si terrà l'importante convegno, promosso in collaborazione con la Facoltà di Agraria dell'Università di Sassari dal titolo:  "Registro nazionale dei paesaggi rurali storici del MiPAAF. Un percorso comune per il riconoscimento dei vigneti del Mandrolisai. Nel convegno sarà presentato il progetto che i Comuni di Atzara e Sorgono stanno portando avanti per ottenere l'importante riconoscimento nazionale per i vigneti del Mandrolisai. Le conclusioni dell'iniziative saranno affidate a Cristiano Erriu, Assessore Regionale EE.LL, Finanza e Urbanistica della Regione Autonoma della Sardegna. 

Un'altro evento che merita di essere segnalato, è "in Viaggio nel Mandrolisai" un percorso degustativo esperienziale che permetterà agli amanti del vino di eccellenza di degustare i migliori vini prodotti dalle aziende: Cantina del Mandrolisai di Sorgono, Cantina Fradiles di Atzara, Cantina Bingiateris di Ortueri, Cantina Le Vigne di Meana Sardo. 

Nella giornata di domenica 19, da segnalare la tradizionale apertura della prima botte e la sfilata dei bambini di buon auspicio per il vino nuovo. 

Tra le mostre più importanti, ricordiamo la possibilità di visitare la dimora del Cav. Bartolomeo Demurtas e la antica Casa Aragonese, che per l'occasione ospiterà una interessante mostra sulla vita quotidiana atzarese del secolo scorso e la tradizionale pratica della vestizione del costume atzarese a cura del Gruppo Folk di Atzara.

Per tutte le iniziative seguici sui nostri social: https://www.facebook.com/comunediatzara/

L'Amministrazione ringrazia le Associazioni locali che hanno collaborato, le Cantine che hanno aderito al progetto in Viaggio nel Mandrolisai, le cittadine e i cittadini che con le loro iniziative animeranno il percorso, l'Assessorato agli EE.LL., Finanze e Urbanistica della Regione Autonoma della Sardegna, il Dipartimento di Agraria dell'Università di Sassari e l'Agenzia Laore.

Di seguito il programma completo della manifestazione. 

SCARICA IL MANIFESTO DELLA MANIFESTAZIONE

SCARICA LA MAPPA DELLA MANIFESTAZIONE FRONTE / RETRO

SCARICA IL MANIFESTO DEL CONVEGNO

SCARICA LA BROCHOURE IN VIAGGIO NEL MANDROLISAI FRONTE  /  RETRO


Sabato 18 Novembre

Ore 10:00

Palazzo Civico. Apertura del punto informazioni.

Centro storico. Apertura del percorso “Cortes e magasinos de Atzara”, con le esposizioni degli artigiani locali, le degustazioni dei prodotti tipici e del rinomato vino di Atzara.

Museo Ortiz Echague. Mostra “Antologica Antonio Amore”. Mostra “Costumbristi e maestri del ‘900”. Durante tutta la giornata verrà proiettato il video “La casa delle stelle: intervista ad Antonio Amore”. A cura della Coop. Progetto Cultura e del Comune di Atzara.

Casa Tziu Arzolu. “Antica dimora del Cavalier Bartolomeo Demurtas”. Apertura della dimora del Podestà e Sindaco di Atzara a partire dai primi anni del ‘900. A cura di Grazia Demurtas e del Comune di Atzara.

Chiesa San Giorgio. “Manos de oro”. Mostra degli antichi ricami atzaresi, a cura del Gruppo volontarie Parrocchia Sant’Antioco Martire di Atzara.

Centro Storico. “In viaggio nel Mandrolisai”. Percorso esperienziale di qualità alla scoperta dei migliori vini prodotti dalle aziende: Cantina del Mandrolisai di Sorgono, Vitivinicola Fradiles di Atzara, Cantina Fulghesu di Meana Sardo, Cantina Bingiateris di Ortueri.

Piazza Ortiz. “Su ‘ighinau antigu”. Rivisitazione delle attività tipiche del borgo agro-pastorale, animato dai bambini di Atzara. A cura di Antonio Mele e del “Coro Polifonico di Atzara”.

Casa Aragonese. Mostra di antichi utensili da lavoro e di arredamento tradizionale. Dimostrazioni della vita atzarese del secolo scorso. A cura di Eleonora Manca.

Museo del vino. Mostra delle più importanti specie botaniche del territorio a cura di Lucio Demelas e del “Coro Polifonico di Atzara”.

Ore 16.30

Laboratorio La Robbia. “La tintura tradizionale”. Dimostrazione dell’antica arte della tintura dei tessuti con i colori naturali. A cura del “Laboratorio La Robbia”.

Ore 17.00

Aula Marte. Complesso scolastico.Convegno: Registro nazionale dei paesaggi rurali storici del MiPAAF. Un percorso comune per il riconoscimento dei vigneti del Mandrolisai. Convegno a cura dell’Università di Sassari dipartimento di Agraria e dell’Assessorato AA.PP del Comune di Atzara, con la collaborazione dell’Agenzia Laore Sardegna.

 

 

Domenica 19 Novembre

Ore 10:00

Palazzo Civico. Apertura del punto informazioni.

Centro storico. Apertura del percorso “Cortes e magasinos de Atzara”, con le esposizioni degli artigiani locali, le degustazioni dei prodotti tipici e del rinomato vino di Atzara.

Museo Ortiz Echague. Mostra “Antologica Antonio Amore”. Mostra “Costumbristi e maestri del ‘900”. Durante tutta la giornata verrà proiettato il video “La casa delle stelle: intervista ad Antonio Amore”. A cura della Coop. Progetto Cultura e del Comune di Atzara.

Centro Storico. “I Sentieri dell’arte”, percorso espositivo con le riproduzioni artististiche delle opere storiche realizzate dai Maestri della Scuola costumbrista e della Scuola dei Maestri di Atzara. A cura della “Coop. Progetto Cultura”.

Casa Tziu Arzolu. “Antica dimora del Cavalier Bartolomeo Demurtas”. Apertura della dimora del Podestà e Sindaco di Atzara a partire dai primi anni del ‘900. A cura di Grazia Demurtas e del Comune di Atzara.

Chiesa San Giorgio. “Manos de oro”.  Mostra degli antichi ricami atzaresi a cura del Gruppo volontarie Parrocchia Sant’Antioco Martire di Atzara.

Centro Storico. “In viaggio nel Mandrolisai”. Percorso esperienziale di qualità alla scoperta dei migliori vini prodotti dalle aziende: Cantina del Mandrolisai di Sorgono, Vitivinicola Fradiles di Atzara, Cantina Fulghesu di Meana Sardo, Cantina Bingiateris di Ortueri.

Piazza Ortiz. “Su ‘ighinau antigu”. Rivisitazione delle attività tipiche del borgo agro-pastorale, animato dai bambini di Atzara. A cura di Antonio Mele e del “Coro Polifonico di Atzara”.

Casa Aragonese. Mostra di antichi utensili da lavoro e di arredamento tradizionale. Dimostrazioni della vita atzarese del secolo scorso. A cura di Eleonora Manca.

Museo del vino. Mostra delle più importanti specie botaniche del territorio a cura di Lucio Demelas e del “Coro Polifonico di Atzara”.

 

Ore 10.30

Piazza Ortiz. “Su ‘Ighinau Antigu”. Partenza della trazionale sfilata dei bambini di Atzara e delle antiche maestranze lungo le vie del paese, accompagnati da canti e balli della tradizione sarda. Di buon auspicio per il vino nuovo e per i prodotti della terra.  A cura di Antonio Mele e del “Coro Polifonico di Atzara”.

Ore 11:00

Museo del Vino. “Apertura della prima botte”. Cerimonia tradizionale con l’assaggio del vino nuovo. Per tutta la giornata sarà possibile osservare la dimostrazione della lavorazione delle uve locali, della pigiatura, della svinatura e della distillazione delle vinacce. A cura del “Coro polifonico di Atzara”.

Ore 11:30

Laboratorio La Robbia. “La tintura tradizionale”. Dimostrazione dell’antica arte della tintura dei tessuti con i colori naturali. A cura del “Laboratorio La Robbia”.

Ore 12.00

Casa Aragonese. “Vestizione dell’abito tradizionale di Atzara”.  A cura del “Gruppo folk di Atzara”. Sarà possibile assistere alla tradizionale vestizione anche nel pomeriggio alle ore 16.

 

 

La giornata sarà allietata dall’esibizione itinerante del Gruppo folk di Atzara, da canti polifonici, da organettisti locali e da gruppi musicali itineranti della tradizione sarda.

 

Da visitare e da fare:

- Museo d’Arte Moderna e Contemporanea A. Ortiz Echague.

(Per info e prenotazioni 0784-65508  email: pinacotecatzara@tiscali.it)

Chiesa Sant’ Antioco Martire.

Pozzo del Conte.

- Chiesa San Giorgio. Mostra “Manos de Oro”.

- Casa Tziu Arzolu. “Antica dimora del Cavalier Bartolomeo Demurtas”. La dimora del Podestà e Sindaco di Atzara a partire dai primi anni del ‘900.

- Casa Carburu. Il Borgo dei Borghi. Vetrina dei Comuni sardi aderenti alla Associazione “I Borghi più Belli d’Italia”. Con i Comuni di Bosa, Carloforte, Castelsardo, Posada e Atzara.

- La Robbia. Laboratorio di tintura naturale e arti applicate.

Museo del vino. Mostra delle più importanti specie botaniche del territorio

- Casa Aragonese. Mostra di antichi utensili da lavoro e di arredamento tradizionale. Dimostrazioni della vita atzarese del secolo scorso.

Sartoria Serra. Laboratorio sartoriale dove sarà possibile ammirare le confezioni artigianali di abiti su misura maschili e femminili.

 

Dimostrazioni:

- “La filiera del vino”. Il percorso della tradizionale vinificazione della distillazione delle vinacce.

- “La tintura tradizionale”. Dimostrazione dell’antica arte della tintura dei tessuti con i colori naturali.  Sabato dalle ore 16:30 alle 17:30. Domenica dalle ore 11:30 alle 12:30.

-   “Su Ighinau Antigu”. I bambini rivivono l’antica arte pastorale e degli antichi mestieri.

-   “La vestizione dell’abito tradizionale di Atzara”. Domenica ore 11.30 e 16:00

- La giornata sarà allietata dall’esibizione itinerante del Gruppo folk di Atzara, da canti polifonici, da organettisti locali e da gruppi musicali itineranti della tradizione sarda.

Dove mangiare e dove dormire:

Tutte le informazioni sul sito www.comune.atzara.nu.it

link: http://www.comune.atzara.nu.it/www/Sinistra/Comune/Cortes/

link facebook: https://www.facebook.com/comunediatzara/

Ristorante pizzeria “Il Vecchio Mulino”, Via S. Maria, tel. 0784 65400

Agriturismo “Su Zeminariu”, Loc. su Zeminariu, tel. 0784 1821310

Punti ristoro con prodotti tipici e vino di Atzara a Km. zero, dislocati nel percorso della manifestazione.

Affittacamere “S’Argiola”, Via Antioco Demelas Serra 25, tel. +39 3299318427

Informazioni:

Tel. 078465205 - 3711421207

assessorato.attivitaproduttive@comune.atzara.nu.it

 
Copyright @ Comune di Atzara - Tutti i diritti riservati - P.I. 00162890917    |  Home | Contatti | Mappa del sito | Credits | Note legali | ConsulMedia 2007