Vai a sottomenu e altri contenuti

Emanata l'ORDINANZA N. 18 DEL 11/06/2020 - Divieto di abbandono rifiuti.

Data pubblicazione on line: 11/06/2020

E' stata emanata l'ordinanza sindacale n. 18 dell'11 giugno 2020 inerente il divieto di abbandono dei rifiuti con l'indicazione delle sanzioni previste in caso di inadempienza.

L'ordinanza si rende necessaria - dice il Sindaco Alessandro Corona - anche per limitare i gesti incivili di alcuni ignoti, i quali sono soliti abbandonare, all'esterno dell'apposito cassonetto dedicato alla raccolta dei tessili, rifiuti indifferenziati, causando disagio ai cittadini residenti nell'area e all'organizzazione di raccolta. Spesso, infatti, la Ditta che gestisce la raccolta dei tessili lamenta che all'interno del cassonetto vengono depositati rifiuti non idonei. La situazione poi, spesso, degenera anche all'esterno, quando, forse per pigrizia o probabilmente per malafede, si evita di riporre i rifiuti all'interno del cassonetto per lasciarli incustoditi al di fuori. Per questo abbiamo deciso di monitorare l'area e di indicare chiaramente le sanzioni. Ci auguriamo che ci sia maggiore rispetto da parte di tutti.

L'ordinanza prevede sanzioni che variano da 50 a 500 euro, per chi vìola i seguenti divieti:

È VIETATO, nell'intero territorio comunale, l'abbandono ed il deposito di rifiuti e di materiali di qualsiasi genere sul suolo e nel suolo, nelle acque superficiali e sotterranee e comunque in luoghi e con modalità differenti da quelli stabiliti per la raccolta dei rifiuti solidi urbani ed al di fuori degli appositi contenitori;

È fatto DIVIETO a chiunque di depositare, scaricare o abbandonare su aree pubbliche, su strade comunali, provinciali e statali, nei fossi di guardia per lo scolo delle acque piovane, su panchine, qualsiasi tipo di rifiuti indifferenziati, differenziati, ingombranti e/o sacchetti contenenti rifiuti;

È fatto DIVIETO a chiunque di depositare, scaricare o abbandonare sacchetti contenenti rifiuti differenziati e indifferenziati, all'interno dei contenitori stradali (cestini multimateriale);

È fatto DIVIETO a chiunque di depositare, scaricare o abbandonare ogni genere di rifiuto (differenziato, indifferenziato, ingombrante, ecc.) all'esterno o nei pressi dei contenitori;

È fatto DIVIETO conferire qualsiasi tipo di con tempi, e modalità di raccolta diversi da quelli previsti per la raccolta differenziata;

È fatto DIVIETO a chiunque di gettare per terra mozziconi di sigarette, pacchetti di sigarette, involucri di cibi e/o qualsiasi altro rifiuto minuto su strade, piazze e altre aree pubbliche;

È fatto DIVIETO esporre i contenitori aperti consentendo la dispersione dei rifiuti;

È VIETATO conferire nei cassonetti presenti sul territorio comunale rifiuti prodotti da attività, anche commerciali, site in altri Comuni, o rifiuti non prodotti sul territorio comunale. Si presumono non prodotti sul territorio comunale i rifiuti conferiti da soggetti residenti, dimoranti od esercenti attività aventi sede al di fuori del Comune di Atzara. Il divieto di abbandono è esteso a tutte le imprese, Enti ed attività che depositano, scaricano ed abbandonano rifiuti e materiali, che sono anch'essi rifiuti, in siti non idonei;

È fatto obbligo a tutti gli utenti:
- di conferire i propri rifiuti secondo le regole della raccolta differenziata ormai assodate, nel rispetto del calendario fornito dalla ditta appaltatrice e nei contenitori all'uopo disponibili, rispettando la tipologia di rifiuto conferibile in ciascuno di essi;
- di provvedere al trasporto dei rifiuti non conferibili nei cassonetti collocati sul territorio presso appositi siti autorizzati

Documenti allegati

Documenti allegati
Titolo  Formato Peso
Ordinanza n. 18 dell'11/06/2020. Divieto di abbandono rifiuti. Formato pdf 606 kb

A chi rivolgersi

A chi rivolgersi - Referente
Ufficio/Organo: Sindaco
Referente: Alessandro Corona
Indirizzo: Comune di Atzara, Via Vittorio Emanuele 37 - 08030 Atzara (NU)
Telefono: 078465205  
Fax: 078465380  
Email: sindaco@comune.atzara.nu.it
Email certificataa: sindaco@pec.comune.atzara.nu.it
Scheda ufficio: Vai all'ufficio
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto